Carrello della spesa

Lenti ad Aiuto Accomodativo

Cosa sono le lenti ad aiuto accomodativo?

Sono lenti monofocali “rilassanti” specificamente indicate per coloro che utilizzano durante il giorno molto spesso la distanza del vicino, tipo: lavoro a un pc o tablet, lettura di testi. Eliminano stess e stanchezza visiva. Massimizzano la visione del vicino,compensano gli sforzi accomodativi ad ogni distanza.

I nostri occhi ogni giorno devono compiere continui sforzi per adattarsi a tutte le distanze di lettura, a questo si aggiunge lo stress oculare causato dall’uso dei dispositivi elettronici (schermi con scritte piccole,immagini retroilluminate,costante esposizione alla luce blu e raggi uv) e massimo sforzo oculare per la visione nel vicino.

Durante infatti l’uso prolungato del computer, la visione è sottoposta a una richiesta elevata di accomodazione e ciò può comportare una serie di problematiche visive che sono identificate con il nome di “sindrome da videoterminale“.

Scopri le nostre Promozioni dedicate sia a chi utilizza già le Lenti ad Aiuto Accomodativo, sia a te che vuoi provarne i grandi benefici utilizzandole in prova GRATUITAMENTE per 15 giorni.

lenti ad aiuto accomodativo

L’attività visiva da vicino ,quindi anche nella lettura, provoca la contrazione del muscolo ciliare al fine di mantenere una visione nitida e la convergenza degli assi visuali nel punto di interesse. Più vicino è l’oggetto osservato , più grande è lo sforzo accomodativo.

Da qui possono sorgere mal di testa, bruciore e stanchezza oculare (affaticamento nel leggere), dolori a collo e schiena (emicranie, vertigini e sbandamento).

Le monofocali ad aiuto accomodativo sono dedicate a un pubblico dinamico (che scambia spesso durante il giorno nella visione il lontano al vicino)  e indicate soprattutto ai giovani presbiti (40-55 anni e fino a + 1.50/+2.00 diottrie di presbiopia) in alternativa alle tradizionali lenti progressive, multifocali o di tipo office, che rendono smart la propria vita ed il proprio lavoro con l’ausilio di tecnologia e strumenti digitali.

Garantiscono un plus rispetto alle tradizionali lenti monofocali:

  1. eliminano stress e stanchezza visiva
  2. massimizzano la visione del vicino
  3. compensano gli sforzi accomodativi ad ogni distanza (80 cm pc, 30 cm smarthphone o testi)

Concludendo possiamo dire che le monofocali ad aiuto accomodativo sono specifiche per: l’intensa attività prossimale, rivitalizzare l’occhio e prevenire dai disturbi della sindrome da computer, il tutto massimizzando e rendendo confortevole la visione del vicino e dell’ultra vicino (30 cm), neutralizzando le conseguenze dei continui sforzi accomodativi e garantendo una visione nitida ad ogni distanza.

AIUTI ACCOMODATIVI CONSIGLIATI AD UTENTI CHE UTILIZZANO PER TEMPO PROLUNGATO I DISPOSITIVI ELETTRONICI O LA VISIONE DEL VICINO

0,40
Per i nativi digitali e per chi comincia ad avvertire i primi segni di affaticamento: mal di testa, dolore alla schiena, bruciore oculare, ecc…
0,65 – 0,90
Per chi utilizza in modo prolungato il PC come strumento di lavoro, lo smartphone e comincia ad avvertire fatica nello svolgere attività come la lettura.
1,10 – 1,30
Presbiti e giovani presbiti che hanno difficoltà nella visione del vicino, soprattutto nella lettura di piccole scritte su smartphone e tablet, nella visione di schermi retroilluminati ed avvertono stanchezza o bruciore oculare.